Home page Parlare può salvare

Mappa del sito e numeri di emergenza

Navigazione principale

Siete qui

Contenuto principale

Esistono metodi di suicidio sicuri?

«Qual è il modo migliore per togliersi la vita?» «Come posso uccidermi senza sentire dolore?» Queste sono le domande che si pongono molti di coloro che pensano al suicidio. In Internet sono inoltre molto diffusi i forum sull’argomento. A prescindere da ciò che vi capiterà di leggervi, tenete a mente questi aspetti importanti:

Non esistono metodi di suicidio sicuri

Qualunque metodo si scelga, vi è sempre il rischio che il tentativo fallisca lasciando danni permanenti o debilitanti.

Bisogna porre fine al dolore e non alla vita

Spesso chi si pone la domanda «Qual è il modo migliore per togliersi la vita?» vuole sapere, in realtà, come fare per uscire una volta per tutte dalla crisi e mettere fine alle proprie infinite sofferenze e al dolore insostenibile che sta provando. (Vedi anche Che significato hanno i miei pensieri suicidi?). Parlando con persone che hanno vissuto simili esperienze emerge che, in generale, le fasi caratterizzate da pensieri suicidi e situazioni di stress particolarmente doloroso passano spontaneamente. La maggior parte di coloro che sopravvivono a tentativi di suicidio sono generalmente felici di essere ancora vivi e di vedere dei miglioramenti nella propria situazione personale. (Leggete anche le testimonianze dirette.)

Il primo passo per trovare una soluzione migliore al suicidio è quello di confidarsi con qualcuno e cercare aiuto.

Farsi aiutare è fondamentale

Le persone disposte ad aiutare gli altri nei momenti difficili esistono. Se nella vostra cerchia di conoscenze personali non avete momentaneamente nessuno con cui desiderate sfogarvi o se la crisi diventa insostenibile, dovreste rivolgervi a uno specialista. Qui trovate un elenco di indirizzi utili. Se prima d’ora non avete mai confidato a qualcuno i vostri pensieri suicidi, forse all’inizio avrete meno difficoltà a parlare in forma anonima con un consulente al telefono. I consulenti del Telefono Amico (tel. 143) sono preparati ad affrontare questi discorsi e garantiscono l’assoluto anonimato.

Leggete anche

Su